Momenti che ci cambiano

Un anno… È già passato un anno dal mio ultimo post, anche qualcosina in più per la verità…

Non credo di essere l’unica ad avere la sensazione che il tempo svanisca come sabbia tra le dita. E non credo di essere l’unica che, a volte, sente di averne perso tanto.

Foto di Marvinton da Pixabay

Comunque ora sono qui e vedremo dove arriverò, ripartendo proprio da questo nuovo post.

Foto di Foundry Co da Pixabay

Non è stato un anno facile e, per la verità, ancora non ho superato tutti gli ostacoli che si sono posizionati sul mio cammino, e, come tutti, cerco di trovare un mio equilibrio e vado avanti.

Ma torniamo indietro, all’ottobre 2018: il mio ultimo post parlava di un evento particolare, un concorso a cui ho voluto partecipare dopo anni (secoli) in cui non mi sono più messa in gioco.

È stato complicato, ma mi ha resa felice e, anche se alla fine non ho vinto (per una manciata di voti), per me è stata una vittoria in piena regola, proprio come fossi arrivata prima.

Foto Carolina Gi – Abito Minerva – Foundations Revealed Competition 2019

Questo è l’abito con cui ho partecipato al concorso di “Foundations Revealed”, un sito di fama internazionale dedicato alla corsetteria, prevalentemente storica, dove esperti di tutto il mondo mettono a disposizione le loro conoscenze per aiutare chi vuole avvicinarsi a questo mondo.

Navigando nel sito troverai (accessibili anche ai non iscritti) una sezione Free, piena di informazioni ghiotte, e la sezione delle Competition, con le foto dei lavori presentati in tutte le edizioni, a partire dal 2014. Troverai questo completo proprio nella pagina del 2019.

Ma non voglio parlarti nello specifico di questo concorso, se vuoi saperne di più ti invito invece a leggere questo articolo.

In verità voglio proprio parlarti di quello che è successo dopo e… del nuovo sito!

Sì perché quell’evento mi ha costretta a guardarmi dentro e capire che non ero soddisfatta, che stavo cercando di accontentare tutti tranne me stessa e non era giusto.

Ho capito che sono ormai anni che faccio di malavoglia quello che devo fare per vivere e il tempo che ho da dedicare alle attività che mi piacciono invece stava diventando la replica proprio di quel tempo impiegato in ciò che mi è solo necessario e no, non è così che voglio vivere il resto della mia vita.

Purtroppo non sono diventata quello che sognavo quando ero più giovane, non sono Van Gogh, né il nuovo Ferré e neppure Capucci o Sarli, sono una donna che vive, come milioni di donne, cercando di fare il meglio per sé e per la sua famiglia, né più né meno.

Ho però questa grande passione, amo lavorare coi tessuti, mi piace l’idea di trasformare una cosa piatta in una forma, indossabile e a 3 dimensioni.

E allora ci sono arrivata, sì dopo un anno e più, ma ci sono arrivata.

Ho deciso che farò meno, che mi prenderò i miei tempi, ma soprattutto che farò solo cose che sento davvero mie, solo quello che realmente mi piace fare, a cui dedicare il mio tempo, la mia vista e le mie mani.

Cosa cambierà?

Troverai le foto e le storie di quello che mi piace creare, quello che mi accade, i miei pensieri sul mondo curvy (e non solo), le recensioni di alcuni libri o film legati alla sartoria, le tecniche e la storia.

Nasce il “progetto del mese”, una sorta di diario in cui potrai seguire la realizzazione di un capo personale, dal progetto fino all’ultimo punto, una rubrica nata dalla necessità di dare nuova vita al mio guardaroba che ormai langue, e dalla voglia di condividere piccoli suggerimenti, consigli tecnici per chi avesse voglia di fare altrettanto.

Proprio per questo troverai anche una sezione dedicata ai tutorial, sia per chi ama il fai-da-te e ha già una discreta competenza, sia per chi non ha mai fatto nulla ma vorrebbe tanto cominciare.

Ed ora ho bisogno del tuo aiuto: se hai argomenti che vorresti trattare, una tecnica che vorresti imparare o hai bisogno di un consiglio su come finire quel progetto che hai nascosto nell’armadio da tempo, scrivimi nei commenti o raggiungimi dalla pagina dei contatti nel modo che preferisci e io ne farò post, tutorial o semplicemente ti darò il mio consiglio per aiutarti.

E quella storia del sito?

Sì, ho aperto un nuovo sito, completamente dedicato ad un argomento che amo particolarmente: il corsetto.

Si chiama semplicemente Carolina Gi e man mano ci metterò dentro tutto quello che riguarda questo capo di abbigliamento così particolare, a partire dalla storia, i miti da sfatare e quanto ancora, almeno secondo me, possa essere moderno. Proprio lì troverai tutto sul concorso di cui ti ho parlato e, piano piano, molto di più.

Credo di aver detto tutto quello che volevo dirti, prima di salutarti però ti lascio un’ultima domanda a cui, se vuoi, puoi rispondere nei commenti: qual è stato il tuo (o uno dei tuoi, perché effettivamente nella vita ne abbiamo molti più di uno) “momento che ti ha cambiato”?

Ciao, alla prox 🙂

Lascia un commento